Vivi eco-sostenibile e vinci riduzioni e omaggi per cinema, mostre e teatri

banner per news

Prato Urban Jungle e la piattaforma greenApes premieranno i cittadini virtuosi che si comporteranno in modo ecosostenibile, grazie alle riduzioni e biglietti omaggio che teatri, musei e cinema pratesi hanno messo a disposizione del progetto, per diffondere tra la popolazione di ogni età comportamenti virtuosi, migliorare la qualità di vita e l’ambiente che ci circonda.

Si tratta di un’attività prevista da Prato Urban Jungle, il progetto di cui è capofila il Comune di Prato, finanziato con fondi europei di Urban Innovative Actions, che prevede fra le diverse azioni anche la diffusione di una cultura della eco-sostenibilità.

Grazie alla collaborazione con greenApes (giovane azienda di Campi Bisenzio certificata B Corp https://www.greenapes.com/it/citta-sostenibile-smart-cities/greenapes-e-una-bcorp.html) già dallo scorso mese di maggio i cittadini pratesi o quanti comunque gravitano per lavoro o tempo libero in questa area, avevano visto primiati i propri postamenti a piedi e in bici, l’acquisto di prodotti a km 0, attività di volontariato, azioni di economia circolare.

Da oggi il circuito virtuoso si estende agli eventi culturali ed alla frequentazione di musei e teatri grazie a convenzioni e biglietti omaggio, ottenibili anche con le proprie azioni sostenibili in città. Per partecipare è sufficiente scaricare sul proprio telefono la app “greenApes” e selezionare Prato come provincia di residenza. Tramite la app si possono dimostrare i propri comportamenti virtuosi e acquisire i punti “BankoNut”, la moneta virtuale della piattaforma:

- per le proprie azioni sostenibili (spostamenti a piedi e in bici, azioni di economia circolare, consumo di prodotti locali…), e da oggi

- per la frequentazione di musei, teatri ed eventi culturali in città.

Punti aggiuntivi sono assegnati per la partecipazione alle “Sfide” (piccole missioni tematiche legate al territorio e ideate con i partner di progetto, come Legambiente) e per la condivisione di idee e buone pratiche all’interno di una sezione social. I punti “BankoNut” possono poi essere spesi nella sezione “Premi” della app, dove molte realtà del territorio mettono a disposizione già da oggi agevolazioni, omaggi ed esperienze, contribuendo così ad un futuro più sostenibile per la città.

Alle tante e realtà del territorio che hanno già aderito nelle scorse settimane, si aggiungono adesso più di 10 realtà legate al mondo della cultura e degli eventi, dando la possibilità ai cittadini di acquisire e spendere punti in città.

Si segnalano (me l’elenco è in crescita): Palazzo Pretorio, Museo del Tessuto, Centro Luigi Pecci per l’arte contemporanea, Teatro Metastasio, TPO, Cinema Castello dell'Imperatore, Officina Jungle, In Campolmi: il giardino dei cimatori, PratoEstate, Settembre pratese, Camerata strumentale di Prato, Festival delle colline.

I cittadini potranno ottenere i punti scansionando i codici mostrati all’ingresso dei musei e degli eventi e anche in sezioni e attività dedicate ai temi della sostenibilità e dell’economia circolare (come nel caso del Museo del Tessuto). Con i punti accumulati potranno richiedere i biglietti omaggio: ad esempio con 500 punti sarà possibile entrare al Museo di Palazzo Pretorio, con 700 punti alla mostre del Museo del Tessuto o con 1000 punti ottenere ingressi per concerti e spettacoli.

Gli ingressi agli eventi conferiranno 50 punti ai cittadini, che potranno unirsi ai punti ottenuti spostandosi a piedi e in bici (2 punti al chilometro), partecipando a sfide educative (100-150 punti), ma anche con azioni di volontariato, economia circolare, consumo locale e condividendo idee e buone pratiche con i concittadini.

A Prato è in atto un cambiamento forte, culturale che affonda le proprie radici nella tradizione e guarda avanti - spiega il sindaco Matteo Biffoni - perché dobbiamo sempre ricordare che noi siamo la città del cardato, materia riciclata per eccellenza, e siamo il territorio che sta investendo in politiche urbanistiche, di mobilità e di consumo sostenibile. Questo è un altro pezzo del cambiamento, perché è con la somma dei comportamenti sostenibili di ciascuno di noi, di ogni cittadino, e con le politiche urbane dei singoli Comuni che si arriva a livello globale a raggiungere gli obiettivi dell’agenda 2030”.

“L’iniziativa ha l’obiettivo di promuovere l’adozione di stili di vita sostenibili in città e ringraziare chi si impegna per un futuro migliore per Prato e per il pianeta - spiega l’assessore alla Cultura Simone Mangani - attraverso il coinvolgimento attivo, concreto e quotidiano, dei cittadini che vivono in modo attivo e sostenibile la nostra città e le iniziative del territorio”.

Aiutaci a migliorare il sito. Valuta questa pagina