Risultati dei Junglethon LAB

Ecco i concept innovativi emersi durante i Junglathon LAB organizzati da Codesign Toscana.

Le proposte progettuali presentate non sono soluzioni definitive e implementabili ma verranno sottoposte ad una fase di validazione e raccolta feedback dai partner del progetto PUJ e dalla cittadinanza.

banner-junglethon

Residenze popolari di via Turchia

Concept 1 - Green governance

Un nuovo modello di governance collaborativa da applicare nei palazzi di via Turchia utilizzando l’occasione dell’intervento di forestazione della Giungla Urbana per favorire ai residenti l’autogestione del verde come bene comune.
Questo concept di modello ha la potenzialità di incentivare momenti di comunità creando una serie di facilitazioni intermedie, come ad esempio:
● un sistema integrato di autogestione del verde a livello condominiale;
● la formazione di figure virtuose come i custodi verdi tra i residenti;
● la creazione di gruppi di assistenza interni ai complessi abitativi;
● il coinvolgimento un gruppo di assistenza esterno di natura associativa, collaborativa e creativa che si pone come ponte tra i cittadini residenti in via Turchia, l’ente gestore di edilizia popolare e l’amministrazione cittadina.

banner-junglethon

Mercato coperto di via Giordano

Concept 2 - Per | Formare

Un modello formativo con interventi diffusi nel quartiere , che prende come fulcro di partenza la filiera agroalimentare in termini di tutela, sensibilizzazione e consumo consapevole, per poi estendersi a svariati ambiti diversi, così da poter coinvolgere giovani e adulti, scuole e famiglie.
Elementi distintivi sono l’aspetto ludico e la partecipazione attiva alla formazione, attraverso attività di varia natura, fra cui, ad esempio:

  • Un percorso formativo con moduli mobili e trasportabili dentro e fuori il mercato aventi come oggetto le varie fasi della filiera agroalimentare (dalla produzione/coltivazione del cibo fino al compostaggio o riuso di scarti). 
  • Un banco di scambio/dono/riciclo per cittadini e altri enti/aziende nel mercato per cibo e strumenti contestuali. Grazie a questo si possono realizzare cene condivise, produzione di materia prima-seconda con materiali di scarto, una moneta “verde” virtuale per valutare e incentivare l’utilizzo del banco.
  • Un laboratorio di trasformazione di materiali di scarto, che porta alla creazione di attività come installazioni artistiche co-prodotte, attività per bambini “gioco-verde-cibo”.
  • Un'“Università di strada” con lezioni di varia natura rivolta a tutte le fasce di età e che prevede anche la partecipazione attiva dei cittadini come formatori.

banner-junglethon

Mercato coperto di via Giordano

Concept 3 - TaleApp

Perché TALEA? La talea è il frammento di una pianta tagliato e sistemato nel terreno/acqua per rigenerare le parti mancanti, dando così vita ad un nuovo esemplare.

La multiculturalità del quartiere ha dato il via ad un confronto collaborativo e alla definizione di spazi di interazione e scambio al fine di co-creare strategie di comunicazione proveniente direttamente dai residenti stessi. Attraverso il linguaggio dato dalle iconografie delle piante, residenti e non avranno modo di creare nuove opportunità di interazione, (ri-)generando legami interpersonali e dando così nuova vita al quartiere. Verranno inoltre creati dei percorsi fisici, arricchiti con attività ludico/educative attraverso le quali gli utenti potranno riscoprire il quartiere e venire a conoscenza delle varie attività collettive (cene condivise, piccoli concerti, attività sportive etc…) organizzate da altri utenti, creando così ulteriori opportunità di interazione e condivisione.